.
Annunci online

travenellocchio
...perchè guardo la pagliuzza nell'occhio del mio vicino, e non la trave nel mio?
letteratura
18 aprile 2007
Io non mi sento italiano
Io G. G. sono nato e vivo a Milano.
Io non mi sento italiano ma per fortuna o purtroppo lo sono.


Mi scusi Presidente non è per colpa mia
ma questa nostra Patria non so che cosa sia.
Può darsi che mi sbagli che sia una bella idea
ma temo che diventi una brutta poesia.
Mi scusi Presidente non sento un gran bisogno
dell'inno nazionale di cui un po' mi vergogno.
In quanto ai calciatori non voglio giudicare
i nostri non lo sanno o hanno più pudore.

Io non mi sento italiano ma per fortuna o purtroppo lo sono.

Mi scusi Presidente se arrivo all'impudenza
di dire che non sento alcuna appartenenza
.
E tranne Garibaldi e altri eroi gloriosi
non vedo alcun motivo per essere orgogliosi.
Mi scusi Presidente ma ho in mente il fanatismo
delle camicie nere al tempo del fascismo.

Da cui un bel giorno nacque questa democrazia
che a farle i complimenti ci vuole fantasia.

Io non mi sento italiano ma per fortuna o purtroppo lo sono.

Questo bel Paese pieno di poesia
ha tante pretese ma nel nostro mondo occidentale è la periferia.
Mi scusi Presidente ma questo nostro Stato
che voi rappresentate mi sembra un po' sfasciato.
E' anche troppo chiaro agli occhi della gente
che tutto è calcolato e non funziona niente.
Sarà che gli italiani per lunga tradizione
son troppo appassionati di ogni discussione.
Persino in parlamento c'è un'aria incandescente
si scannano su tutto e poi non cambia niente.

Io non mi sento italiano ma per fortuna o purtroppo lo sono.

Mi scusi Presidente dovete convenire
che i limiti che abbiamo ce li dobbiamo dire.
Ma a parte il disfattismo noi siamo quel che siamo
e abbiamo anche un passato che non dimentichiamo.
Mi scusi Presidente ma forse noi italiani
per gli altri siamo solo spaghetti e mandolini.
Allora qui mi incazzo son fiero e me ne vanto
gli sbatto sulla faccia cos'è il Rinascimento.

Io non mi sento italiano ma per fortuna o purtroppo lo sono.

Questo bel Paese forse è poco saggio
ha le idee confuse ma se fossi nato in altri luoghi
poteva andarmi peggio.

Mi scusi Presidente ormai ne ho dette tante
c'è un'altra osservazione che credo sia importante.
Rispetto agli stranieri noi ci crediamo meno
ma forse abbiam capito che il mondo è un teatrino.
Mi scusi Presidente lo so che non gioite
se il grido "Italia, Italia" c'è solo alle partite.
Ma un po' per non morire o forse un po' per celia
abbiam fatto l'Europa facciamo anche l'Italia.

Io non mi sento italiano ma per fortuna o purtroppo lo sono.
Io non mi sento italiano ma per fortuna o purtroppo
per fortuna o purtroppo per fortuna per fortuna lo sono.
(Giorgio Gaber)



permalink | inviato da travenellocchio il 18/4/2007 alle 14:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

   


 


41 Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello, e non t'accorgi della trave che è nel tuo? 42 Come puoi dire al tuo fratello: Permetti che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio, e tu non vedi la trave che è nel tuo? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci.

Il Blog di Franz. Ossia di uno che cerca di ricordarsi che ha una trave nell'occhio, ma spesso non ce la fa. E ad imperitura memoria, ho deciso di scriverlo in testa al mio Blog. verba volant, scripta manent.



Profilo Facebook di Francesco Martinelli

Berluscounter!


"Ai guasti di un pericoloso sgretolamento della volontà generale, al naufragio della coscienza civica nella perdita del senso del diritto, ultimo, estremo baluardo della questione morale, è dovere della collettività 'resistere, resistere, resistere' come su una irrinunciabile linea del Piave."
Francesco Saverio Borrelli - 12 gennaio 2002





"Vi sto chiedendo di crederci. Non semplicemente nella mia capacità di determinare un vero cambiamento a Washington. Vi sto chiedendo di credere nella vostra."

Barack Obama candidato alla Presidenza degli Stati Uniti, 2007.

Sono nato il 11.01.2007, ho iniziato il betatesting il 14.04.07

Disclaimer: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'.
non puo', pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Inoltre le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarmelo e saranno subito rimosse.



Add to Technorati Favorites


Visitor Map
Create your own visitor map!








I permalink di tutti i post "Pantheon"
Berlinguer
Gaber
Bukowski
Biagi
Holler