.

travenellocchio
...perchè guardo la pagliuzza nell'occhio del mio vicino, e non la trave nel mio?
Non assegnata
28 settembre 2009
Rotta verso un altro mare/2
Dopo aver raggiunto  l'obiettivo2009 (con il sorprendente punteggio di 106/110!) bisogna fare il punto della situazione, ho bisogno di concentrarmi and find new focuses.
  1. selezionare, lo faccio già da qualche tempo e sono contento di farlo. Selezionare le persone a cui dedicare il mio tempo, quelle a cui chiedere conforto, quelle a cui darlo.
  2. sezionare, non accettare tutto, anche quello che è sbagliato e che per quieto vivere tempo addietro avrei accettato. Soprattutto nella mia associazione preferita. Sono in un Gruppo Agesci, non nel KU KLUX KLAN. O così, o pomì. Certo è che questo sezionare, e in questo caso richiamo il punto 1, deve anche portarmi a valutare, a chiedermi se quello che faccio e che penso ha ancora senso, per il mio futuro a medio termine.
  3. amare, non ho mai smesso di farlo e non intendo proprio smettere ora. Amare Federica, le persone a cui voglio bene, la mia mamma, i clanisti, i miei amici, i miei colleghi (=Fabio :) ).
  4. puntare alla luna, per citare il mio amico Vianellauzen e il cartellone di laurea. E puntare alla luna significa, in questo momento, avvicinarme quanto più possibile a Largo Irneri 1. O affine. :P
  5. rilassarmi, e divertirmi, come mi pare e piace. Ehhh si omo. Niente più "questo weekend non si può perchè ho scout/festa in ricreatorio/una riunione importantissima/cazzi&mazzi. 
E va bene così. Senza parole.



permalink | inviato da Franz il 28/9/2009 alle 11:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Non assegnata
10 giugno 2009
Federica /2
Quand tu es près de moi,
Cette chambre n'a plus de parois,
Mais des arbres oui, des arbres infinis,
Et quand tu es tellement près de moi,
C'est comme si ce plafond-là,
Il n'existait plus, je vois le ciel penché sur nous... qui restons ainsi,
Abandonnés tout comme si,
Il n'y avait plus rien, non plus rien d'autre au monde,
J'entends l'harmonica... mais on dirait un orgue,
Qui chante pour toi et pour moi,
Là-haut dans le ciel infini,
Et pour toi, et pour moi
Quando sei qui con me
Questa stanza non ha piu pareti
Ma alberi, alberi infiniti
E quando tu sei vicino a me
Questo soffitto, viola, no
Non esiste più, e vedo il cielo sopra a noi
Che restiamo quì, abbandonati come se
Non ci fosse più niente più niente al mondo,
Suona l'armonica, mi sembra un organo
Che canta per te e per me
Su nell'immensità del cielo
E per te e per me.
Et pour toi, et pour moi.




permalink | inviato da Franz il 10/6/2009 alle 10:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
musica
6 maggio 2009
A cosa sto pensando
A me stesso, a quello che sono, a quello che faccio.
Al fatto che mi laureo, che vedo l'obiettivo, che adesso è a portata di mano.
Al volontariato, anche se ho dei dubbi.
Alla mia salute, a quello che Hodgkin mi ha fatto diventare, nel bene e nel male.
Al mio meraviglioso carattere di merda.
Ai miei difetti, ai miei pregi.
A chi amo.
 
Ho avuto, non ho avuto, tutto perfetto, tutto sbagliato,
però io sono io a modo mio.
(...)
Ma si, io sono qui a dirvi cose per me importanti
e voi non lo sapete se son parole o sentimenti
però non ha importanza se c'è chi parla di incoerenza
perchè io sono io, a modo mio.



permalink | inviato da Franz il 6/5/2009 alle 10:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Non assegnata
17 febbraio 2009
Holy potatoe!
Come al solito, il centrosinistra (o il centro? o la sinistra?) riesce a farsi male, autonomamente, in piena e perfetta letizia, andando a un congresso massacro prima delle europee a fare la figura dei perecottari in mondovisione.
Prontissimi per la riapertura delle sedi DS e DL. E nel frattempo io mi iscrivo ufficialmente al PD. Son soddisfazioni.



permalink | inviato da Franz il 17/2/2009 alle 18:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Non assegnata
13 gennaio 2009
What I dislike.
Anche se a dire il vero in questi giorni sto bene e sono discretamente soddisfatto di me stesso, ci sono alcune cose che non mi piacciono, che appunto qua in ordine sparso:
  1. i radical chic di Facebook. Quelli, per capirci, che dicono "Io facebook non me lo farò mai, non ho mica tempo da perdere come tutti quelli sfigati..." e poi si fanno il profilo con tanto di foto sgargianti e sorridenti. Eddaje, direbbe Gianluca! Lascia perdere la parte intellettualoide e dì "non avevo voglia, adesso ce lo avete tutti e me lo faccio anche io".
  2. quelli che avanzano a caso: non sopporto fare le cose senza avere una linea da seguire. Di conseguenza ODIO andare avanti a occhio, seguendo costantemente l'istinto e senza un minimo di progetto sottostante (sostanzialmente, il motivo per cui mi manca così tanto la Branca EG);
  3. i bambini, ma non quelli veri, quelli troppo cresciuti. Quelli che non sono in grado di gestire una relazione e un discorso tra adulti, che fanno gli arrabbiatini, tengono il muso e non risolvono mai le questioni perchè sono troppo presi a fare i belli e dannati.
Direi che può bastare per oggi. It's time to go work.



permalink | inviato da Franz il 13/1/2009 alle 8:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Non assegnata
7 gennaio 2009
Vomitino :)
Soprannome che ormai diventerà il mio secondo nome, visto che con ciclicità inesatta ma indiscussa riesco ad annegare le mie paturnie nel cesso. Partendo dalla testa, ca va sans dire.
Riassunto di un mese: fatte troppe cose, come al solito esagero ma non riesco a fare a meno. Alcune sono venute molto bene, altre meno, come ad esempio i piattini fatti con i miei rs al decoupage. Prodotti 16 venduti 1. Cheavràvvolutodììì?
Route invernale. A me piace fare strada, e direi che questo è un dettaglio non di poco conto. Credo sia piaciuto anche ai miei compagni di avventura (almeno a qualcuno, mettiamola così. Per i miracoli mi sto attrezzando?), spero di riuscire a far venire a capo di quelle situazioni incrostate di silenzio e indecisione. E quandanche non ci riuscissi, almeno ci ho provato.
Tesi: la grande preoccupazione del 2009. Devo riuscire a ritagliarle più tempo, a costo di rinunciare a qualcos'altro... che si sostanzia in attività supplementari. Da qua a giugno deve assolutamente diventare la QUASI priorità. Sperim bèn!



permalink | inviato da Franz il 7/1/2009 alle 10:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Non assegnata
1 dicembre 2008
Guy love - amore tra amici


Let's face the facts about me and you  A love unspecified
Though I'm proud to call you Chocolate Bear
The crowd will always talk and stare

I feel exactly those feelings, too
And that's why I keep them inside
'Cause this Bear can't bear the world's disdain
And sometimes it's easier to hide

Than explain our guy love, that's all it is
Guy love, he's mine, I'm his
There's nothing gay about it in our eyes

You ask me 'bout this thing we share
And he tenderly replies
It's guy love
Between two guys.

(...)
I'll be there to care through all the lows
I'll be there to share your highs
Uh!
It's guy love between two guys

Ci ho molto pensato, e i rapporti con amici stretti (e credo di poterne contare pochi, sulle dita di una mano), sono "amori maschi", per dirla con le parole di JD e Turk in Scrubs. Perchè alla fine è un rapporto diverso da quello con la morosa, che è la compagna quotidiana della tua strada (che spero diventi lungo tutta la vita), ma altrettanto importante perchè permette di condividere i momenti migliori e quelli peggiori, con sincerità e da un punto di vista alternativo al tuo, migliorando te stesso.
L'affetto, tranne che non sia falso, è una cosa di cui non ci si deve mai vergognare. Ed è anche molto mascolino.



permalink | inviato da Franz il 1/12/2008 alle 12:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 51770 volte

   


 


41 Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello, e non t'accorgi della trave che è nel tuo? 42 Come puoi dire al tuo fratello: Permetti che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio, e tu non vedi la trave che è nel tuo? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci.

Il Blog di Franz. Ossia di uno che cerca di ricordarsi che ha una trave nell'occhio, ma spesso non ce la fa. E ad imperitura memoria, ho deciso di scriverlo in testa al mio Blog. verba volant, scripta manent.



Profilo Facebook di Francesco Martinelli

Berluscounter!


"Ai guasti di un pericoloso sgretolamento della volontà generale, al naufragio della coscienza civica nella perdita del senso del diritto, ultimo, estremo baluardo della questione morale, è dovere della collettività 'resistere, resistere, resistere' come su una irrinunciabile linea del Piave."
Francesco Saverio Borrelli - 12 gennaio 2002





"Vi sto chiedendo di crederci. Non semplicemente nella mia capacità di determinare un vero cambiamento a Washington. Vi sto chiedendo di credere nella vostra."

Barack Obama candidato alla Presidenza degli Stati Uniti, 2007.

Sono nato il 11.01.2007, ho iniziato il betatesting il 14.04.07

Disclaimer: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'.
non puo', pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Inoltre le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarmelo e saranno subito rimosse.



Add to Technorati Favorites


Visitor Map
Create your own visitor map!








I permalink di tutti i post "Pantheon"
Berlinguer
Gaber
Bukowski
Biagi
Holler